venerdì 25 novembre 2011

think positive



Quando abbiamo deciso di ristrutturare il bagno non immaginavamo che i muratori ci avrebbero distrutto casa.
La parete della camera di littlefish (o meglio la stanza dove mi limiterò a cambiare littlefish) è stata letteralmente sventrata, quella della nostra camera da letto si è crepata e l’inquilina di sotto è venuta a dirmi che le stava cadendo l’intonaco del soffitto in testa.
Nel pianerottolo la betoniera fa il suo mestiere mentre Aziz e i suoi compagni fanno la spola avanti e indietro devastando al loro passaggio tutta la zona che porta a quello che una volta chiamavamo bagno.

Oggi va meglio, la nube del vulcano islandese Grimsvoetn si è placata.
L’unica cosa che non si calma è la mia vescica.
Devo stare qui a fare il guardiano con l’ansia che debba fare pipì ogni ora.
Ho escogitato un modo per non impazzire.
Bottiglia dell’acqua vuota e imbuto. 
Si chiude il tappo, si disinfetta l’imbuto e si ripone tutto nel kit salva-vescica.



7 commenti:

Jenisha volare liberi ha detto...

:-))

Clara V ha detto...

quando mi hanno rifatto il bagno non ero incinta, ma lavoravano tante ore al giorno e io ho i reni allegri. Mi ero preparata un secchio con acqua e lysoform.
Che brutta cosa che mi hai fatto ricordare!! :))

Clara ha detto...

In collina, senza bagno in casa, bottiglietta di plastica, anche per le ospiti... i maschi hanno altre fortune... ciao bellezza!

Ilaria Pedra ha detto...

uh signur che casino!
commento anche il post precedente xke è molto intimo e ti ringrazio per la condivisione, in un blog non sai mai davvero chi potrebbe passare e mettere certe cose alla mercè davvero di chiunque si corrono dei rischi. Dunque io ti capisco, quando ci hanno letto la relazione di M che abbiamo e che sai io volevo stare con mio nipote per un pomeriggio intero senza sua mamma, non se ne è fatto nulla e la mia proposta è naufragata e ci ho sofferto tanto. Per un mese non ho voluto vedere i miei nipoti, io sono pazza di loro, ma mi dicevo "se non posso averli allora niente, niente corse serali per passare per un saluto, non sono i miei figli non sono i miei figli non sono i miei figli" un mantra ti giuro che mi ha ucciso un po'.
Credo che nessuno abbia davvero intendo nella mia famiglia capito sta cosa x me terrificante. ti abbraccio

missSunshine ha detto...

ottimo il tuo kit salva-vescica!!!
della serie niente panico, a tutto c'è soluzione!
o quasi... :-)
bacioni!!

Silvia Pareschi ha detto...

Che sistema ingegnoso! :-)

alessia ha detto...

GRAZIE ragazze, ho scoperto che il sistema fallisce se all'ultimo momento si scopre che.. non si hanno più bottiglie vuote a disposizione! ;)